“Questa notte nelle commissioni riunite Bilancio e Finanze abbiamo concluso l’esame del Dl Aiuti. Lunedì inizierà la discussione nell’aula di Montecitorio ed entro il 16 luglio arriverà in Senato per la conversione definitiva. Nel decreto è confluito il nuovo Dl bollette che assegna altri 3 miliardi e 400 milioni per sostenere famiglie ed imprese alle prese con i rincari dell’energia e delle materie prime. Ad oggi sono stati stanziati circa 34 miliardi dall’inizio della crisi energetica, senza questi interventi i cittadini avrebbero ricevuto delle bollette più pesanti del 35-40%. Il lavoro di Governo e Parlamento va proprio in questa direzione, per tutelare tutti e tenere coeso il Paese.  Anche in occasione dell’esame di questo decreto, i gruppi parlamentari si sono fatti portavoce delle problematiche delle categorie produttive e dei nuclei familiari trovando soluzioni che, nell’immediato, sostengono il potere d’acquisto delle famiglie e i settori colpiti dalla crisi evitando possibili blocchi delle attività.  Con questo provvedimento inoltre vengono destinati 23 milioni al mondo della pesca sotto forma di credito di imposta, una misura fortemente sostenuta da Forza Italia e dal sottosegretario alle Politiche Agricole, Alimentarli e Forestali Francesco Battistoni e su cui c’è stata l’unitarietà di tutte le forze politiche, proprio per andare incontro ad uno dei settori più penalizzati dai rincari.  Una parte consistente del decreto si concentra sulla transizione ecologica incentivando l’installazione di nuovi impianti di fonti di energia alternativa. Inoltre vengono apportate modifiche alla disciplina del Superbonus. Un gran lavoro di squadra che ha visto impegnati tutti i gruppi di maggioranza e di opposizione per dare risposte serie e concrete agli italiani”. 

Lo ha detto la deputata di Forza Italia e sottosegretario di Stato ai Rapporti con il Parlamento Deborah Bergamini nel corso della trasmissione odierna di Canale  5 “Moring News”, condotta da Simona Branchetti.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 01 luglio 2022 alle 15:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print