"Da dicembre Regione Lombardia va affermando che i tagli ai contributi monetari in favore delle persone con disabilità grave e gravissima e dei loro caregiver sono imposti dal nuovo Piano Nazionale sulla non autosufficienza. Peccato che, rispondendo al question time presentato oggi da Italia Viva in Senato, la ministra Locatelli abbia smentito sonoramente questa affermazione, dichiarando in aula che il Piano va letto nel senso di mantenere l'erogazione monetaria, favorendo progressivamente al tempo stesso l'implementazione dell'erogazione dei servizi."

Così, in una nota, Lisa Noja, consigliera di Italia Viva in Regione Lombardia.

"Si tratta - prosegue - di un'evidente bocciatura della via intrapresa dalla Giunta Fontana che, da dicembre ad oggi, per giustificare una scelta gravissima, scarica le proprie responsabilità su decisioni che a livello nazionale in realtà non sono mai state prese.

Oggi, dunque, il Governo sostenuto dalla stessa maggioranza del Presidente Fontana ha smentito lui e i suoi assessori, confermando ciò che ripetiamo da mesi: il potenziamento dei servizi in favore delle persone con disabilità non può e non deve essere finanziato togliendo a quegli stessi cittadini e alle loro famiglie dei contributi, già molto scarsi, che sono essenziali per i loro bisogni di assistenza."

Noja, quindi, conclude: "Di fronte a questa evidente sconfessione del suo operato, la Giunta Fontana farebbe bene a fare un'immediata retromarcia, ritirando subito le delibere che hanno introdotto i tagli e la cui entrata in vigore, in mancanza di un provvedimento, scatterà già a giugno, con effetti devastanti su migliaia di famiglie lombarde molto vulnerabili".

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 16 maggio 2024 alle 21:30
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print