"La pandemia ha accentuato le diseguaglianze e le prime a farne le spese sono state le persone con fragilità, che hanno subito più di tutti l'impatto dell’isolamento. È oggi quindi di grande valore e assolutamente condivisibile l’intervento della rettrice della Sapienza, Antonella Polimeni per l'inaugurazione dell'anno accademico 2020-2021. Si dimostra come l’Università - luogo di formazione e di costruzione del sapere e del futuro - sia un presidio imprescindibile nella lotta contro le discriminazioni. Gli atenei sono un alleato prezioso in questa battaglia di civiltà che ci deve vedere tutti uniti e che, ancor più in questi tempi, è la sfida del futuro". 

Così il ministro per le Disabilità Erika Stefani, commentando la prolusione della Rettrice, dal titolo “Diseguaglianze, mobilità sociale e istruzione: quale ruolo per l’Università?”, per la cerimonia a La Sapienza.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 25 febbraio 2021 alle 21:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print