"Nonostante il voto segreto mi permetterebbe di non espormi sulle mie decisioni io non mi sono mai nascosta e la mia posizione è sempre stata chiara. Per quanto mi riguarda il DDL ZAN resta una legge imperfetta che avrebbe potuto essere migliorata e liberata da alcune ambiguità che la rendono di difficile condivisione per tutti, ma dal momento in cui è diventato chiaro che l’alternativa sarebbe stata quella di non avere nessuna legge che tuteli una comunità, che da 25 anni aspetta il riconoscimento del loro diritto di esistere e di non avere paura, allora, la mia storia personale e la mia coscienza mi hanno costretto a votare contro le mozione di non passaggio agli articoli presentata da Lega e FDI, andando anche contro il mio gruppo di riferimento. Purtroppo non è bastato. Mi auguro che le parole dei colleghi che hanno spinto per bloccare il provvedimento ora con la volontà di rimettere mano al testo siano sincere e che si arrivi, finalmente, ad ottenere quelle tutele che tutti sembrano voler concedere ma che alla fine nessuno si assume la responsabilità di riconoscere".

Così in una nota la Senatrice di Forza Italia Barbara Masini
 

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 27 ottobre 2021 alle 15:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print