“E’ un passo importante per la memoria storica del nostro Paese che l’ex campo di prigionia di Servigliano venga riconosciuto come monumento nazionale. Un luogo di dolore e violenza diventa così un monito collettivo, un posto dove il passato e il presente si incontrano quotidianamente per ricordarci che il cammino della democrazia e dell’affermazione dei diritti individuali, sociali e civili è un atto da praticare e coltivare perchè le stagioni buie dell’umanità non smettono mai di essere in agguato”. Lo dichiara la senatrice Monica Cirinnà, responsabile Diritti del PD.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 04 marzo 2021 alle 18:15
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print