"Per il Partito democratico il turismo rappresenta davvero una delle industrie strategiche del Paese. Questo provvedimento, di cui ci siamo occupati anche nella scorsa legislatura, è necessario e auspicato e sta dentro gli obiettivi del Pnrr, però sono mancate e sono state bocciate proposte che sicuramente avrebbero potuto renderlo migliore. Il turismo è un grande settore; contribuisce al 13% del Pil e ha bisogno di un pensiero strategico e di una politica industriale. Non servono slogan e propaganda. Accreditare ad esempio gli aumenti degli arrivi internazionali all'operazione Open to Meraviglia e alla reinterpretazione della Venere di Botticelli come simbolo italiano è roba da spot politico che dura il tempo dello spot. In Europa, Francia, Spagna e Italia dopo il covid aumentano gli stranieri e gli arrivi internazionali perché si è tornati a viaggiare con gli aerei. Ma attenzione a fine anno alla domanda interna, gli italiani colpiti dall'inflazione si sono spostati di meno. La domanda interna ha sofferenze.

Strutturare politiche significa che vanno fatti provvedimenti su ricerca e sviluppo; sostegni alle imprese turistiche su strumenti per la riqualificazione urbana. E non solo su promozione. Servono interventi e azioni costanti nel tempo per un'industria potente. Non si sa che fine abbiano fatto i 2,4 miliardi del pnrr sul turismo, a parte gli interventi ad esempio per le imprese già fatti con il governo Draghi. Le guide turistiche sono parte importanti di una strategia turistica.  Far sì che possano avere un percorso di formazione e abbiano conoscenza sull'enorme patrimonio artistico, naturale, culturale dei territori italiani in cui esercitano la professione qualifica il turismo e la professione. È una cosa importante che non è stata fatta". Lo ha detto in Aula il deputato del Pd, Andrea Gnassi, dichiarando che il provvedimento è utile ma andava qualificato e migliorato da qui il voto di astensione del Pd sul ddl guide turistiche.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 07 dicembre 2023 alle 15:20
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print