“La pandemia purtroppo ha aggravato la situazione già critica del settore degli artisti, mettendo in ginocchio un sistema fragile e accelerando la necessità di riformarlo. Per questo dobbiamo realizzare il prima possibile uno Statuto Sociale degli artisti, ancora assente in molti Stati membri, in grado di tutelare la loro dignità professionale e disciplinare adeguatamente la loro situazione contrattuale. In questo contesto si deve realizzare un sistema fiscale e previdenziale dedicato, in grado di prevedere agevolazioni per il godimento di spazi di lavoro e per la formazione professionale. Solo in questo modo faciliteremo le carriere artistiche e culturali anche ai professionisti provenienti da contesti socioeconomici vulnerabili, donne, giovani, minoranze etniche e geografiche, persone con disabilità e LGBTQ. Categorie queste che meno delle altre hanno opportunità di sviluppare carriere a lungo termine nel settore, subendo con gli effetti più pesanti l’impatto della pandemia di COVID-19”, così Chiara Gemma, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, in un intervento in plenaria.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 19 ottobre 2021 alle 09:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print