“A Cuba è difficilissimo spostarsi per scarsità di carburante. La produzione di sigari e zucchero è ferma per la mancanza di energia, il sistema scolastico sta collassando e le persone hanno fame. Sono stata recentemente a Cuba. La situazione nel Paese continua a peggiorare a causa del blocco economico e dell’inclusione nella lista degli Stati che appoggiano il terrorismo. Si tratta di forme di ritorsione che ricadono soprattutto sui cittadini.

E questo non può avere alcuna giustificazione. Non possiamo pensare che senza un’azione politica mirata e un sostegno economico la situazione migliori. L’Unione Europea deve continuare a sostenere l’Accordo di dialogo politico e cooperazione, chiedendo il rispetto dei diritti umani sui cui Cuba dichiara di impegnarsi. Il Parlamento europeo deve difendere l’esistenza di Cuba e del popolo cubano e lavorare affinché il blocco economico venga eliminato. L’Unione Europea deve far sentire la sua voce per dare una svolta politica all’attuale situazione che condanna i cittadini cubani alla fame”, così in un intervento in plenaria Sabrina Pignedoli, europarlamentare del Movimento 5 Stelle. 

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 28 febbraio 2024 alle 10:00
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print