"Ufficialmente, gli Houthi combattono per la causa di Hamas, ma il conflitto ha un impatto più ampio. Attaccano navi indifese, minacciando un grave impatto economico, mentre navi cinesi e russe passano senza intoppi. Questa situazione danneggia principalmente l'Italia, creando squilibri inaccettabili nella competizione internazionale. Il Mar Rosso, cruciale per il traffico globale, diventa un punto critico. I cinesi stanno contattando aziende italiane per promuovere le loro compagnie marittime, offrendo spedizioni più economiche e meno esposte agli attacchi. È una nuova guerra ibrida che colpisce intere economie e potrebbe marginalizzare il Mediterraneo", ha dichiarato il Ministro della Difesa Guido Crosetto in un'intervista a La Verità.

Il Ministro Crosetto avverte che l'Italia è vulnerabile perché, se le navi devono circumnavigare l'Africa, potrebbero emergere nuove rotte commerciali stabili, dannose per l'economia italiana. L'Italia guiderà la missione navale dell'UE, coinvolgendo almeno tre unità navali europee con supporto di intelligence e logistica, valutando anche l'impiego di assetti aerei per la sorveglianza. Il Ministro sottolinea che la missione è puramente difensiva, poiché l'Italia non può attaccare un territorio sovrano a meno che non sia aggredita o richiesta assistenza da uno Stato amico sovrano, o in assenza di una risoluzione internazionale di condanna che autorizzi l'azione. In caso di attacco alle navi, le forze italiane risponderanno in difesa.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 12 febbraio 2024 alle 09:15
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print