In una nota il capogruppo del MoVimento 5 Stelle alla Camera, Davide Crippa, scrive: "Ieri la Lega di Salvini ha affossato la possibilità di aumentare gli stipendi dei Vigili del Fuoco, già dalla fine di questo mese. Ebbene sì, a parole Salvini dice di voler tutelare certe categorie ma, nei fatti, è interessato solo alla sua poltrona e ai suoi tornaconti politici. Ieri, infatti, alla Camera, si è votata la possibilità di rendere ammissibile un emendamento che avrebbe regolamentato l'aumento degli stipendi dei pompieri. Parliamo di 165 milioni di euro e di un aumento in busta paga che era previsto già dalla fine di luglio. Ma la Lega di Salvini ha tolto la sua firma e, siccome occorreva l'unanimità, è saltato tutto. Quindi, quando vedrete Salvini indossare la divisa dei pompieri, e parlare del loro eroismo e sacrificio, ricordatevelo e pensate a quello che lui e i suoi hanno fatto, anzi, che non hanno fatto, in Parlamento, per i Vigili del Fuoco".

Crippa poi conclude: "Noi siamo già al lavoro con il Governo, per porre rimedio a questa scelta irresponsabile e incomprensibile perché è giusto e sacrosanto che il prezioso Corpo dei Vigili del fuoco abbia il riconoscimento economico che merita per il fondamentale servizio che i suoi uomini prestano al nostro Paese".

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 04 luglio 2020 alle 13:00
Autore: Ivan Filannino
Vedi letture
Print