"Il governo è senza vergogna. Prevedere che sia lo Stato a incassare i soldi delle sanzioni comminate ai cittadini nel caso delle violazioni ai dpcm è semplicemente intollerabile. Si chiede ai Comuni di effettuare i controlli utilizzando il proprio personale, i vigili urbani e gli agenti della polizia locale, con tutte le annesse spese che sostiene il Comune per far andare in giro gli agenti. Il governo, invece di aiutare gli enti locali, chiede ai Comuni di fare il lavoro 'sporco', di elevare le sanzioni, e poi i quattrini finiscono nelle casse statali e non in quelle del singolo Comune? Non c'è limite al peggio. Senza contare inoltre che in questo momento i Sindaci sono i più esposti e sul territorio si devono continuamente confrontare con i cittadini giustamente esasperati a causa dell'incapacità del governo. Conte e i suoi ministri rivedano queste norme al più presto". Lo dichiara la vicepresidente dei senatori di Forza Italia, Maria Rizzotti.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 04 dicembre 2020 alle 23:25
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print