Il presidente dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha firmato l'ordinanza preannunciata ieri che istituisce la cosiddetta zona 'arancione scuro' per tutti i comuni della Città Metropolitana di Bologna. A partire da domani, 27 febbraio, istituisce divieto di spostamento anche all'interno del proprio Comune, visite a amici e parenti compresi. Didattica a distanza al 100% da lunedì per scuole elementari, medie, superiori e università, in presenza solo asili nido e scuole materne. Stop alle attività ricreative e a quelle sportive. Nessuna limitazione ulteriore alle attività economiche che proseguono come previsto in zona arancione (scattata domenica 21 febbraio). Il provvedimento sarà operativo fino a domenica 14 marzo compresa. Le limitazioni, spiega la Regione, sono adottate per contenere i contagi anche in base alle indicazioni dell'Azienda sanitaria di Bologna dopo un aumento del 16% dei casi di positività solo nelle prime due settimane di febbraio. Stesse misure da 'arancione scuro' erano in vigore già da ieri per i comuni del circondario imolese e quattro confinanti del Ravennate. Anche per la Città metropolitana di Bologna viene rafforzata ulteriormente l'attività di sorveglianza e tracciamento.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 26 febbraio 2021 alle 19:00
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print