"Bene che i medici di famiglia siano stati autorizzati ad effettuare i tamponi: testare è una delle chiavi più efficaci per combattere la pandemia e tenere sotto controllo i contagi. Quello che si fa però non è ancora abbastanza: le risorse del Mes sarebbero preziosissime proprio per effettuare più test, per assumere personale medico e paramedico, per realizzare un tracciamento efficace.” Così in una nota il senatore di Italia Viva Giuseppe Cucca. “Italia Viva ha suggerito da subito che i 36 miliardi del Mes fossero richiesti, se si fosse fatto a giugno, adesso la situazione sarebbe stata diversa. Si potrebbe far fronte alle ordinarie esigenze sanitarie come visite specialistiche ed esami, che in molte zone di Italia sono sostanzialmente sospesi, per non parlare dell’agibilità dei presidi di pronto soccorso, estremamente compromessa. È inaccettabile che gli italiani siano privati del loro diritto a essere testati e curati. Che siano chiusi teatri, palestre, cinema e ristoranti ma che i trasporti pubblici siano pieni. Serve un intervento deciso, servono quelle risorse per tutelare la salute dei cittadini.” Conclude Cucca.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 29 ottobre 2020 alle 01:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print