"Con la proposta di nomina del fedelissimo di Fitto a membro italiano per la Corte dei Conti europea l'amichettismo sbarca a Bruxelles", così i democratici Debora Serracchiani e Piero De Luca commentano il parere positivo della commissione per la revisione dei bilanci del Parlamento europeo alla nomina di Manfredi Selvaggi come membro italiano della Corte dei Conti europea. "La procedura di nomina è stata irrituale - sottolineano - il governo ha scelto un fedelissimo del ministro Fitto invece di trasmettere i due nomi individuati, come da prassi, dalla Corte dei Conti italiana.

Un atto molto grave, una vera e propria forzatura, che compromette l'indipendenza del componente italiano e che viola le regole istituzionali, come peraltro ingenuamente dichiarato da Fitto nella risposta alla nostra interrogazione parlamentare su caso".

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 22 febbraio 2024 alle 20:50
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print