Il premier Giuseppe Conte, a quanto si apprende da fonti regionali, ha scritto ad alcune Regioni per chiedere di intervenire, in vista delle prossime elezioni, sulle leggi elettorali regionali per garantire la parità di genere. Dalla ricognizione effettuata e resa nota dal ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia in un'informativa al cdm, Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Val d'Aosta, Puglia e Calabria non si sono adeguate alle disposizioni di legge per garantire l'equilibrio della rappresentanza tra donne e uomini nei consigli regionali non prevedendo la seconda preferenza o le quote di lista.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 03 luglio 2020 alle 19:30
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print