Per le sale gioco serve una "specifica analisi scientifica dei fattori di rischio" da parte del Cts, anche "in vista di un non escludibile prolungamento del divieto totale" di apertura "oltre il 5 marzo 2021". Lo scrive il presidente della Terza Sezione del Consiglio di Stato Franco Frattini nei decreti con cui ha respinto la richiesta di sospendere il Dpcm del 14 gennaio 2021 che ha fermato integralmente fino al 5 marzo 2021, l'attività delle sale giochi, scommesse, bingo e casinò.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 17:40
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print