“Il nuovo strumento di prestito per il settore pubblico del meccanismo per una transizione giusta costituisce una grande opportunità per centrare gli obiettivi europei della neutralità climatica e per una transizione sostenibile. L’accordo raggiunto fra i colegislatori europei mette in primo piano la necessità di tutelare i territori maggiormente colpiti dal cambiamento di paradigma economico e produttivo necessario a ridurre l’inquinamento e contrastare i cambiamenti climatici. Grazie ai fondi messi a disposizione, che mobiliteranno tra i 25 e i 30 miliardi di euro in investimenti pubblici nei prossimi sette anni, la pubblica amministrazione potrà accompagnare imprese e cittadini in questa transizione. Così facendo sosterremo le economie locali e creeremo opportunità di lavoro che possano garantire il reintegro dei lavoratori impiegati nei settori interessati dalla transizione. Mi rammarico tuttavia che non siano stati accolti i riferimenti allo spopolamento e al lavoro locale: sarebbe stata una bella occasione per combattere lo spopolamento e la delocalizzazione, in particolare del Sud Italia”, così in una nota Mario Furore M5S

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 24 giugno 2021 alle 11:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print