“Il Movimento 5 Stelle sostiene con il suo voto la risoluzione del Parlamento europeo sulla Cina. Le sanzioni adottate, tra gli altri, verso cinque europarlamentari e verso l’intera Sottocommissione per i Diritti umani rappresentano il tentativo da parte di Pechino di interferire nella vita democratica dell'Unione europea e dei suoi Stati membri. Senza la loro rimozione qualsiasi discussione sulla ratifica dell'accordo globale UE-Cina in materia di investimenti da parte del Parlamento europeo non potrà andare avanti. Chiediamo, inoltre, che l’Unione europea si adoperi per contrastare le azioni di repressione nello Xinjiang e a Hong Kong e risponda in maniera adeguata alle minacce informatiche, agli attacchi ibridi e al programma di fusione militare-civile della Cina. Il Parlamento europeo difenderà sempre le libertà fondamentali e i diritti umani che sono i pilastri imperituri delle nostre democrazie. Le future relazioni UE-Cina non potranno che ripartire da queste solide basi”, cosi in una nota congiunta Tiziana Beghin, capodelegazione  del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo e Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle e Vicepresidente del Parlamento europeo.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 20 maggio 2021 alle 18:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print