Ministro Gelmini, intervenendo al Forum “Verso Sud”, in corso a Sorrento: “Il caro dell’energia e delle materie prime è una preoccupazione legittima, fondata, rispetto alla quale il governo non è rimasto con le mani in mano, ma ha assunto decisioni importanti, anche con l’ultimo dl aiuti.  Con un aumento del costo delle materie prime oltre il 20% ci sarà una revisione dei contratti, e dentro questa revisione il caro delle materie prime graverà, per il primo 20%, sullo Stato e non sulle imprese per il 90%.  Non è stato semplice trovare queste risorse, lo abbiamo fatto grazie al presidente Draghi e al ministro Franco. L’esecutivo ha stanziato 14 miliardi di euro senza creare nuovo indebitamento, un risultato davvero notevole”.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 14 maggio 2022 alle 14:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print