"Non è accettabile che un quartiere come quello di Ponticelli sia ostaggio, da quasi un anno, di una guerra di camorra tra clan. L'ultima bomba ieri notte, la terza in pochi giorni. A Napoli, nel 2021, non si può e non si deve aver paura di uscire di casa. Salvini, da ministro dell'Interno, si interessò sin da subito alla situazione di Napoli Est. Si era seduto al tavolo con chi, ogni giorno, toccava con mano la situazione e si prendeva cura del degrado di quartieri 'ghetto', i sacerdoti. Oggi che la Lega è di nuovo al governo, stiamo lavorando ancora perché Napoli Est e tutte le periferie, tornino tra le priorità del Ministero dell’Interno. La Chiesa cattolica non può restare l'unico presidio sul territorio e i sindaci devono utilizzare fondi che già ci sono per controllo e sicurezza. Non ci abitueremo alla criminalità".
Lo dice in una nota il deputato della Lega Gianluca Cantalamessa, responsabile dipartimento nazionale antimafia.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 14 maggio 2021 alle 19:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print