“E’ una mozione utile perché  il tema è condiviso. Oggi abbiamo consegnato  al governo un puntuale elenco di azioni e al parlamento il compito di vigilare affinchè si possa vincere questa grande sfida. ”Così Stefano Lepri, nella dichiarazione di voto per conto del Partito democratico sulla mozione relativa al superamento delle barriere architettoniche. “Il governo – ha sottolineato Lepri-  ha una doppia sfida e un doppio mandato: da un  lato agire in applicazione delle tante leggi esistenti e dall’altro fare un grande lavoro di regia verso gli enti locali, le organizzazioni, le categorie, i cittadini. Perché c’è  ancora tanto da fare – ha aggiunto il parlamentare dem - e ce lo dicono i dati: solo il 10 per cento dei Comuni italiani  ha il piano per le barriere architettoniche e solo il 20 per cento  delle scuole è effettivamente  a norma. Come ancora è in larga parte inaccessibile il nostro patrimonio artistico e  architettonico”. Per Lepri, “il governo si trova davanti a molte sfide, ne segnalo alcune: innanzitutto l’accessibilità  può essere garantita attraverso  la diffusione negli enti locali della figura del disability manager, perché laddove opera questa figura abbiamo visto che c’è indubbiamente una maggiore attenzione. Quindi, è necessario che il governo metta risorse  su questa opportunità, incentivando gli enti locali a promuovere questa figura.” Per l’esponente del Pd una occasione fondamentale è rappresentata dal Pnrr: “ avremo a disposizione nei prossimi 5-6 anni diversi miliardi di euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Dobbiamo fare in modo che la bellezza dell’Italia la si possa vivere e non solo immaginare.” Per Lepri “c’è poi la sfida dell’arredo urbano e penso anche alle cose semplici, come gli attraversamenti pedonali: dobbiamo dare a tutti il diritto di potersi muovere  nel proprio quartiere. Quasi sempre – ha precisato Lepri- molti cittadini che hanno il contrassegno per la mobilità nella propria città non vedono riconosciuto  questo diritto se si muovono  in altre città a Ztl perchè manca una regia nazionale che consenta un pass elettronico per questa possibilità.” Lepri ha infine ricordato che nel  privato “ci sono importanti sfide da vincere, come quella che riguarda il superbonus al 110 per cento”.  “Grazie all’azione del Pd, oggi i lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche possono essere ricompresi nella misura, anche con lo sconto in fattura o la cessione del credito”.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 06 maggio 2021 alle 21:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print