"Le manovre di PD e 5S prevedono una spesa aggiuntiva, rispetto a quella del Governo Meloni, tra 24 e 35 miliardi. L’unica copertura concreta che hanno entrambi indicato, ma non quantificato, è il taglio generico dei sussidi ambientalmente dannosi che implicherebbe fino a 22 miliardi di costi in più per i cittadini (es: accise per il diesel). Quella dei 5S determinerebbe anche almeno dieci miliardi di deficit in più. La manovra di Landini, neo federatore della sinistra, genera una spesa aggiuntiva intorno ai 27 mld di euro nel 2024 ma con poco più di 1 miliardo di coperture. In essenza: @pdnetwork e M5S aumenterebbero il deficit e la pressione fiscale, causando una recessione profonda e una procedura d’infrazione. La manovra proposta da Landini invece causerebbe il default istantaneo dell’Italia. Questo non è il campo largo ma il campo santo, per l’Italia. Un’alleanza di populisti senza alcuna cultura di governo. Schlein, Conte e Landini sono dunque la migliore garanzia per Meloni e c, che pure non riescono a far accadere nulla. Non comprendo come i “riformisti del PD”, ammesso che esistano ancora e non siano già tutti con la testa nelle liste delle europee, possano rimanere in silenzio".

Così il segretario di Azione Carlo Calenda su X.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 02 dicembre 2023 alle 13:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print