“Quelli che Conte ha sempre chiamato «piccoli sacrifici» riferendosi alla chiusura di piscine, palestre e società sportive, in realtà corrispondono a un danno quantificabile in miliardi. Sono attività che hanno investito per mettersi in regola con le nuove norme di sicurezza igienico-sanitaria e ora rischiano di non riaprire più”. Lo dichiara in una nota la Senatrice Lucia Borgonzoni della Lega, che aggiunge: “Pd e 5s non pensino di risolvere tutto stanziando un’elemosina di risarcimento, magari pure in ritardo come la cassa integrazione. Bloccare le attività nelle strutture che seguono le regole vigenti non serve a niente, occorrono invece fondi da destinare dove è davvero necessario. Invece di massacrare queste attività, il Governo investa nel trasporto pubblico, vero luogo di assembramento e rischio contagi” ha concluso Borgonzoni.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 26 ottobre 2020 alle 09:50
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print