“Bene i fondi stanziati dal governo come chiesto da tempo dalla Lega. Le cifre deliberate sono sicuramente importanti, ma non ancora sufficienti. Invitiamo il governo a studiare e mettere in campo a breve altre misure economiche perché è stimato in 70 miliardi il salasso che attende nel 2022 famiglie e imprese. Chiediamo di intervenire, innanzitutto, con uno spostamento a regime di una parte degli oneri di sistema nella fiscalità generale, a partire dai bonus povertà energetica. Sono, inoltre, necessarie ulteriori misure per rafforzare il nostro sistema: maggiore estrazione di gas dai nostri giacimenti per metterlo a disposizione dei settori industriali a rischio di sopravvivenza e per ridurre l’alta dipendenza dall'estero, e il raddoppio della TAP per diversificare gli approvvigionamenti. La Lega, che per prima ha richiesto al governo risorse per famiglie e imprese, continuerà nel suo costante impegno per abbassare i costi di luce e gas, affinché i cittadini non subiscano la stangata del caro-energia”.

Così in una nota il senatore della Lega Paolo Arrigoni, responsabile Energia del partito.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 21 gennaio 2022 alle 15:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print