"Finalmente sono d'accordo con Salvini; quello che conta è il risultato del 3 e 4 ottobre. Milioni di italiani faranno una scelta di campo tra un’idea di Italia giusta, equa e europeista e un cartello elettorale fatto da tre destre in perenne rissa tra loro, che vogliono solo amministrare potere. A Milano il quadro è chiaro. La destra ha tutti contro tutti e le parole di Vittorio Feltri sono la sintesi più efficace. Noi, invece, parliamo del futuro di Milano e del ruolo fondamentale della capitale economica del Paese in Europa, Lega e FDI trasformano tutto in rissa. Il Partito Democratico è impegnato in ogni comune lombardo nella costruzione di un fronte ampio dello sviluppo sostenibile che guarda all’Europa come riferimento assoluto, abbiamo unito tutto il centrosinistra, riformista e progressista. Non guardiamo i sondaggi ma continuiamo a lavorare in ogni municipio e a Milano Beppe Sala può garantire già dal primo turno la stabilità e i nuovi orizzonti che i milanesi meritano. A Milano non servono cowboy improvvisati come Bernardo o professionisti del conflitto come Salvini. Milano più di ogni altra cosa è la città del fare e della costruzione del futuro di una società aperta che risiede da sempre nella tradizione ambrosiana". Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Enti locali della Segreteria nazionale, oggi a Milano per alcune iniziative elettorali.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 18 settembre 2021 alle 19:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print