Francesco Boccia, ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, ha parlato oggi nel corso del suo intervento alla direzione PD: "È l'ora di separare il passato dal futuro esattamente come un colpo di rasoio nel '68 spalancò le porte di un'intera generazione a nuovi diritti e a un nuovo progresso. Quel colpo di rasoio è oggi quello che serve alla società italiana nella tutela di diritti non più negoziabili e cioè lavoro, ambiente, salute e scuola. Sono quattro pilastri per costruire una società più giusta e per lasciare a chi verrà dopo di noi un mondo migliore e non solo un grande debito pubblico. Il Pd ha il compito storico di accompagnare questi cambiamenti in Italia e in Europa. Non possiamo permetterci, come ha detto Zingaretti, di tornare a fare come spesso è accaduto nella nostra storia che nell'ordinaria amministrazione si tiri a campare, dopo essere stati eccezionali nella fase di emergenza assoluta. Oggi siamo davanti a un passaggio che non può permettersi di avere mezze misure", ha concluso.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 08 giugno 2020 alle 17:30
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print