"Urso un dilettante, bocciato anche dal Consiglio di Stato:" è secca la reazione del deputato democratico, Vinicio Peluffo, alla notizia della bocciatura da parte del Consiglio di Stato dell'appello presentato dall'Avvocatura dello Stato, per conto del Ministero delle imprese e del made in Italy, alla sentenza del Tar che ha annullato l'obbligo per i benzinai di esporre i prezzi medi dei carburanti. "Dopo la bocciatura del Tar, adesso anche il Consiglio di Stato affossa definitivamente la proposta del ministro Urso che, auspichiamo, prenda definitivamente atto e ponga fine a questo inutile braccio di ferro che sta facendo perdere tempo e soldi.

La proposta di Urso era una presa in giro. Il Governo la smetta con queste proposte che non hanno avuto alcun effetto e si concentri, invece, su soluzioni concrete e strutturali per ridurre il costo della benzina alla pompa".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 23 febbraio 2024 alle 21:50
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print