"Sulla Xylella penso che i fatti parlano da soli, bisognava credere nella scienza e nella ricerca e invece ci si è abbracciati agli alberi e la Xylella è andata abbondantemente oltre il Salento fino ad arrivare alle porte di Bari".Così la ministra per le politiche agricole Teresa Bellanova a Barletta, rispondendo ai giornalisti a margine della presentazione della candidatura di Ivan Scalfarotto alla presidenza della regione Puglia."Noi abbiamo fatto un progetto per utilizzare le risorse che erano state destinate per dare un sostegno ai produttori - ha aggiunto - e il 20 di questo mese scade il termine per presentare le domande da parte dei frantoi e sono le risorse che gestiamo direttamente a livello nazionale, il giorno dopo i frantoi cominceranno ad avere quello che è loro dovuto". "Auspico che anche la Regione Puglia possa accelerare il più possibile per utilizzare le tante risorse che sono nella sua disponibilità - ha concluso Bellanova - per dare un ristoro ai produttori agricoli, dopodiché il mio obiettivo è quello di continuare a investire sulla ricerca e le risorse che sono state destinate nel piano nazionale devono essere utilizzate, perché non basta dare un contributo ai produttori, bisogna evitare che la Xylella distrugga pezzi importanti del nostro territorio, perché l'olivicoltura per la Puglia non è solo economia, é anche turismo e attrattività del territorio e paesaggio e noi abbiamo il dovere di ricorrere alla scienza per essere aiutati a ridurre questo danno e a contrastarlo definitivamente".

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 11 luglio 2020 alle 22:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print