“L’incompetenza assoluta di Matteo Salvini è senza confini. Dicendo no alla componente dei prestiti del Recovery Fund farebbe perdere all’Italia ben 25 miliardi di euro relativi alla differenza tra i tassi di interesse italiani e le emissioni di titoli per conto dell'Unione Europea. Con il risparmio totale per spesa di interessi sui prestiti possiamo aiutare cittadini e imprese, costruire nuovi asili nido e ristrutturare ospedali ed edifici pubblici. Inoltre, se fosse un po’ più presente in Senato dovrebbe sapere che l’Unione europea non ha bocciato nulla e che la data per consegnare il Recovery Plan a Bruxelles è quella del 30 aprile. I regolamenti del Recovery Fund, infatti, devono ancora essere approvati dal Parlamento europeo. La verità è che Salvini è invidioso di Conte e tenta di distruggere i successi del suo governo. Il Recovery Fund è il treno della ripartenza economica dell’Italia dopo i mesi durissimi della pandemia. È il nostro piano Marschall e noi non permetteremo che Salvini, con le sue idee balzane, mandi in rovina milioni di italiani”, così in una nota Tiziana Beghin, capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 27 gennaio 2021 alle 15:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print