“Un risultato incoraggiante: Assange potrà opporsi all'estradizione negli Stati Uniti. La Corte di Londra ha ritenuto fondati i timori di un processo non giusto. Ora però chiediamo che Assange venga liberato in quanto non ci sono i presupposti giuridici per tenerlo in carcere.

Da oltre cinque anni il fondatore di Wikileaks è rinchiuso in una cella di due metri per tre nel carcere di massima sicurezza di Belmarsh. Le sue condizioni di salute stanno peggiorando ed è ora che torni a essere un cittadino libero. In questo momento delicato sono al fianco di Stella Assange e a tutti gli attivisti che nel mondo stanno chiedendo la liberazione di Julian”.  Così in una nota Sabrina Pignedoli, europarlamentare e capolista del Movimento 5 Stelle nel Nord-Est alle prossime elezioni europee.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 21 maggio 2024 alle 09:45
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print