Paolo Arrigoni, senatore e responsabile del Dipartimento Energia della Lega, dichiara: "Ancora una volta Governo e partiti di maggioranza mostrano la loro inadeguatezza in tema di nomine delle società del gruppo GSE, affamati di poltrone e senza alcun riguardo per il merito e verso il Paese. Questa volta però, come riportato da diversi articoli stampa, agli zelanti tecnici del Ministero dell'Economia sarebbe sfuggito un fatto importante: il candidato in pectore per il GME o per Acquirente Unico, l'Onorevole Filippo Bubbico, politico di lungo corso in quota LeU, non ha i requisiti per poter essere nominato a causa dell'età. Il settore energetico, già in affanno e in ritardo sugli obiettivi della transizione energetica richiede esperienza e competenza, e non merita questa sfacciata lottizzazione".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 04 dicembre 2020 alle 19:30
Autore: Ivan Filannino
Vedi letture
Print