“Chi punta il dito a priori sui sindaci italiani non può ricoprire il ruolo di presidente dell'Anac. Gravi, infondate e imprecise le dichiarazioni di Giuseppe Busia che accusa praticamente migliaia di primi cittadini di corruzione. Inaccettabile. A lui spetta il ruolo di controllore, non di accusatore. Faccia un passo indietro e si scusi con i nostri sindaci che sapranno, invece, affidare i lavori pubblici con trasparenza per il bene delle loro comunità. Con il Codice Salvini si dà mano libera al lavoro con appalti più veloci e maggiore autonomia agli Enti locali, non certo a cantieri a casaccio per ‘relazioni personali’”.



Così il senatore Gianluca Cantalamessa, capogruppo in commissione Industria, Commercio, Turismo e Agricoltura, e responsabile del dipartimento Antimafia della Lega.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 30 marzo 2023 alle 20:20
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print