“I ballottaggi di domenica e lunedì in Sicilia rappresentano un passaggio importante per tutte le città al voto e aprono, di fatto, il confronto elettorale che, dalle amministrative di primavera, portano al rinnovo della Regione autonoma siciliana. A Vittoria non abbiamo vinto al primo turno di un soffio, ma non ci culliamo sui risultati ottenuti. I ballottaggi a Vittoria, così come a San Cataldo, Favara, Lentini, si vincono se si riparte da zero. Niente illusioni. Solo lavoro per strada e impegni seri sapendo che i partiti nazionali presenti in Parlamento, dal Partito democratico al M5S e a tutti gli altri che aderiscono al progetto unitario saranno al fianco dei sindaci, nonostante le amnesie per i Comuni dell’amministrazione regionale. Noi non abbiamo perso un minuto dopo lo spoglio di lunedì. Le elezioni nelle Regioni a Statuto ordinario sono andate molto bene, ma vogliamo vincere in Sicilia perché c’è tanto bisogno di Comuni amministrati da sindaci progressisti che credono nell’idea di Paese che vogliamo ricostruire con l’uscita dall’emergenza sanitaria ed economica: sanità pubblica in Sicilia rafforzata ovunque, scuole pubbliche in grado di garantire il tempo pieno, transizione ecologica e digitale in ogni città, a partire dalle aree interne. Da queste elezioni amministrative inizia la costruzione della strada che ci riporterà al governo della Regione siciliana nel 2022. In questi giorni, il ritardo della Sicilia sul Recovery, il mancato coinvolgimento dei Comuni nei processi di programmazione e le gravi difficoltà di gestione dell’emergenza sanitaria confermano quanto le tre destre presenti nel Paese in Sicilia dimostrano plasticamente quanto le loro guerre interne di potere sono una zavorra all’uscita siciliana dall’emergenza. Nel Parlamento siciliano la Lega risulta assente, i conflitti con Fdi sono all’ordine del giorno e gli altri partiti di centrodestra da tempo vivono da separati in casa; tutto questo nella fase più difficile degli ultimi trent’anni della storia sociale ed economica del Paese. Anche per queste ragioni l’unità del centrosinistra con il M5S può farci vincere in tutti i comuni al voto, rafforzando il fronte dei sindaci che potranno supplire ai condizionamenti istituzionali di Fdi e Lega in Sicilia”. Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Regioni e Enti locali della Segreteria nazionale, intervenendo questa mattina a Vittoria (RG), insieme al Segretario regionale Anthony Barbagallo e al deputato regionale Nello Dipasquale, ad un’iniziativa in sostegno del candidato sindaco, Ciccio Aiello.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 20 ottobre 2021 alle 14:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print