"Roberto Gualtieri a Roma sta facendo un grandissimo lavoro. I sondaggi sul voto nelle varie città ovviamente li guardiamo, come tutti, ma non li commentiamo perché rappresentano valutazioni statiche, alla giornata. Io so solo che in queste ore tutti i nostri candidati hanno fatto centinaia di incontri e ogni giorno questa massa di energia e di entusiasmo si moltiplica. Gualtieri, poi, è stato il protagonista con il Presidente Conte del negoziato sul Recovery e ora Roma ha la grande occasione di utilizzare la sua competenza e la sua credibilità europea per attuare quegli investimenti e cambiare la storia della città: nelle periferie, sulle scuole, sui trasporti e per l’eterna emergenza rifiuti che, con Gualtieri sindaco, terminerà. Stiamo lavorando ogni giorno pancia a terra, in ogni strada e in ogni angolo e faremo così fino all’ultimo minuto. Il Governo Draghi è nato per completare l’uscita del nostro Paese dall’emergenza sanitaria, sociale ed economica causata dal Covid-19 e per attuare il Pnrr che il Governo Conte aveva ottenuto, con un successo tutto del centrosinistra, alleato con il M5S. Io non l’ho dimenticato e ricordo ancora gli insulti di Salvini e Meloni in Aula quando stavamo chiudendo in quel Consiglio Europeo un negoziato storico seguito, appunto, da Gualtieri. Dicevano che non avremmo mai ottenuto quelle risorse e, se le avessimo ottenute, sarebbero state risorse italiane. Nulla di più falso. Oltretutto, parte di quelle risorse arrivano, per la prima volta nella storia, con il debito comune, anche di quello di olandesi e tedeschi. Questa è la politica, quando la si fa così si cambia anche l’Europa. Vedremo cosa dirà il tempo. Massima lealtà e sostegno al Governo Draghi che deve attuare le riforme del Recovery e andare avanti fino a fine legislatura, nonostante il non semplice rapporto con la Lega. Ma la domanda non deve porla a me: noi siamo questi in italia e in Europa ed eravamo questi anche prima, soprattutto in Ue. Il perimetro del governo allargato alla Lega non l’abbiamo deciso noi. Ora portiamo il Paese fuori dall’emergenza e completiamo la legislatura, poi ci sarà il tempo per capire tante cose". Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Enti locali della Segreteria nazionale, in un'intervista a Affari Italiani.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 25 settembre 2021 alle 16:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print