Firenze, 25 mag. – "Capisco perfettamente le ragioni e la rabbia di chi è sceso in piazza oggi. Quando si sono rotti gli argini e l'acqua ha invaso case e aziende abbiamo preso atto della fragilità del nostro territorio che però non è stato doverosamente protetto con opere infrastrutturali per la messa in sicurezza, con una corretta prevenzione senza dimenticare la pianificazione urbana. Proprio per questo sono in corso delle indagini della magistratura che, lo dico da garantista, faranno chiarezza sulle responsabilità anche se gli errori vengono da lontano. Non è un attacco politico, è un'evidenza: c'è stata una scarsa attenzione al rischio idrogeologico". A sostenerlo l'On.

Erica Mazzetti, Deputata di Forza Italia e responsabile nazionale dipartimento lavori pubblici. "Attacchi politici e ideologici invece – rimarca Mazzetti – sono quelli che la Regione ha riversato sul governo come se fosse il diretto responsabile di tutto, dal primo giorno a oggi". "A Giani, che ancora è il commissario, dico di smetterla con le accuse politiche, anche perché il governo ha stanziato molti milioni che auspico vengano destinati a chi ne ha bisogno". Per quanto riguarda la prevenzione, Mazzetti ha lanciato "una nuova strategia contro il rischio idrogeologico, prodotta attraverso l'Intergruppo parlamentare Progetto Italia di cui sono presidente, grazie all'indispensabile contributo del Comitato tecnico-scientifico". Nel breve periodo è "indispensabile copiare quanto fatto in Emilia-Romagna con la stessa struttura commissariale e con gli stessi poteri. L'ho chiesto di nuovo e con forza al governo di cui facciamo parte: ci vuole un commissario diverso che sappia risolvere l'emergenza e gettare le basi per una completa messa in sicurezza".

Sezione: Politica italiana / Data: Dom 26 maggio 2024 alle 14:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print