"L'alluvione è stato un dramma ma ha scoperchiato un problema decennale più profondo che non è mai stato affrontato. La Sr325 a oggi è un valico appenninico e salvaguardare la Val di Bisenzio vuol dire tutelare tutta la Provincia di Prato e il suo distretto industriale. Noi siamo in prima linea per farlo". Lo afferma l'On. Erica Mazzetti, Deputata di Forza Italia e responsabile nazionale dipartimento Lavori pubblici di FI. "Oggi stiamo ancora lavorando in emergenza. Ho ricordato al Sottosegretario – aggiunge – l'urgente necessità di un commissario alla ricostruzione, una figura tecnica e con poteri straordinari, che non può essere il Presidente della Regione: dovrebbe essere nominato con un decreto allargato a quello dell'Emilia-Romagna, con stessa struttura e figura". Per Mazzetti è indispensabile realizzare una "viabilità alternativa" così da evitare nuove interruzioni e per questo "propongo un tavolo interistituzionale per la risoluzione dei nodi strutturali della Val Bisenzio". Quanto ai fondi, lo Stato "ha destinati oltre 60 milioni post-alluvione". Mazzetti ha invitato la Regione a "far leva sulle competenze del territorio" e indirizzare "idoneamente le risorse impegnate dallo stato pari appunto a oltre 66 milioni". "Invito anche – prosegue Mazzetti – a valutare bene il progetto di due varianti: una bretella con il Mugello, come proposito dal candidato sindaco Marco Ciani, appoggiato da Forza Italia, e l'altra verso Prato Ovest come già individuato dagli imprenditori locali". "Sono stati annunciati oltre cento milioni dalla Regione per un progetto di fattibilità, a oggi virtuale, quando il territorio ha necessità di azioni reali e di un potenziamento delle reti viarie alternative per l'immediato".

"Dobbiamo prendere atto che nella programmazione dei fondi Fsc la Regione non ha previsto ulteriori stanziamenti per la Sr325 visto che si limitano a quelli del ciclo precedente, con lavori ancora prossimi all'ultimazione. Tuttavia, teniamo alta l'attenzione". Lo sottolinea il Sottosegretario al Mit On. TullioFerrante. "La mia visita di oggi vuole essere una dimostrazione di vicinanza a un distretto essenziale da parte del governo di Centrodestra". "Come governo, abbiamo destinato 66 milioni per i danni dell'alluvione – ricorda – e vorremmo capire la destinazione di queste somme da parte dell'attuale Commissario". Ferrante ha assicurato "massimo sostegno da parte del Mit a valutare i progetti di viabilità alternativa" e a sostenere "la proposta di un tavolo inter-istituzionale".

Nel corso della visita, Federico Mazzoni, Presidente ACI Prato, ha esposto al Sottosegretario il progetto, ipotesi elaborata dallo Studio Barili e Mazzoni e da Edilprogetti, di una bretella per collegare la Val di Bisenzio con Montemurlo così da creare "un collegamento per tutto il distretto".

"Tutelare la Val di Bisenzio, che rappresenta l'inizio della filiera produttiva tessile, è una nostra assoluta priorità – conclude Mazzetti – e lo stiamo dimostrando". Lorenzo Santi, candidato sindaco a Cantagallo, ed Emanuela Paci, candidata sindaco a Vaiano, ringraziano il Sottosegretario Ferrante "per la vicinanza e l'attenzione dimostrata".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 24 maggio 2024 alle 21:40
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print