“Ieri, in occasione della giornata mondiale della lotta all’Aids e Hiv, abbiamo dato vita ad una iniziativa simbolica ma molto significativa. Abbiamo illuminato palazzo Montecitorio di rosso per richiamare l’attenzione sul tema, lo stesso colore usato a palazzo Chigi per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e il femminicidio”. 

Lo ha detto Mauro D’Attis, deputato di Forza Italia, a Superpartes su Canale 5.

“Il parlamento, già dalla scorsa legislatura, ha ricominciato ad occuparsi dell’Aids e Hiv, una malattia di cui si parla purtroppo poco ma che esiste, che registra ancora molti contagi e decessi poiché non esiste ancora un vaccino. Con la nuova legge che vogliamo introdurre intendiamo rafforzare gli strumenti alla lotta per l’Hiv”, ha spiegato.

“Attualmente la proposta, di cui sono primo firmatario de testo base e relatore, è in commissione affari sociali, ci sono altri testi abbinati di autorevoli colleghi di altri gruppi parlamentari. Uno delle novità della proposta di legge è introdurre, già a partire dai 14 anni, di accedere al test di diagnosi senza l’autorizzazione del genitore o del tutore, agevolando l’accesso alla diagnosi che è la cosa più importante. Uno dei problemi più grandi, infatti, è il ritardo nelle diagnosi, che comporta una diffusione a volte anche inconsapevole, e nell’accesso alle cure che potrebbero essere messe in atto subito”, ha concluso.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 02 dicembre 2023 alle 13:15
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print