La crisi economica dovuta per la pandemia ha mandato in fumo 24 miliardi di euro nel sistema agroalimentare italiano, ma i fondi previsti nel Pnrr rappresentano un "budget portentoso se si contano oltre ai 5,7 miliardi di euro destinati alle azioni squisitamente di settore anche i 23,78 miliardi dell’energia rinnovabile, i 15,22 dell’efficienza energetica e riqualificazione degli edifici e i 15 miliardi della tutela del territorio e della risorsa idrica, fondi che provvederanno alla salvaguardia dei territori deturpati dallo stato di abbandono e dalla cementificazione fuori legge". A fornire una fotografia dello stato di salute dell'agricoltura del nostro Paese è il senatore Gianpaolo Vallardi, Presidente della Commissione agricoltura e produzione agroalimentare del Senato, in un’intervista al quotidiano online labparlamento.it.

"Ricostruire il Paese è la parola d’ordine facendo tesoro delle mancanze del passato. Investimenti per l’innovazione e la meccanizzazione, massima valorizzazione delle energie rinnovabili con stanziamenti pari a 3 miliardi di euro per lo sviluppo del biometano, dando così vita all'azienda agricola 4.0 capace di produrre e consumare combustibile all’interno dell'impresa. Non solo: occorrono l’ampliamento del credito fiscale e la formazione alla digitalizzazione, la banda larga fondamentale per le aree rurali, la ricerca, motore fondamentale per l’agricoltura e i prodotti alimentari e, non ultima, la semplificazione, spina nel fianco dell’agricoltura", conclude il senatore Vallardi

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 12 maggio 2021 alle 06:40
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print