“Un’ottima notizia l'approvazione in Consiglio dei Ministri dei nuovi criteri di riparto dei fondi Feasr destinati alle Regioni del Mezzogiorno per il periodo transitorio 2021/2022”. Così in una nota congiunta Piero De Luca, vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, e Carmelo Miceli, deputato Pd e componente delle commissioni Giustizia e Antimafia.

“Nelle scorse settimane avevamo depositato un’interrogazione parlamentare rivolta al Ministro Patuanelli, affinché facesse quanto necessario per evitare ingiuste disparità nella ripartizione dei Fondi tra le Regioni nel 2021 e 2022. La proposta approvata – prosegue la nota - va esattamente nella direzione sperata. Nel 2021 sarà applicato per il 90% il criterio storico e per il 10% i nuovi criteri. Per il 2022, avremo un’applicazione del 70% del criterio storico e del 30% di nuovi criteri. Abbiamo così scongiurato il rischio di un danno enorme per il Mezzogiorno".

“Vengono aggiunti circa 92 milioni di euro, quale quota di cofinanziamento nazionale, alle risorse Feasr già stabilite per le Regioni e le Province Autonome. Questo fondo ad hoc andrà a compensare la perdita di risorse delle Regioni del Sud e garantirà dunque un’equilibrata ripartizione dei finanziamenti in tutto il Paese nella fase transitoria di attuazione della modifica dei criteri di riparto dei fondi Feasr, a tutela di tutto il comparto agricolo meridionale. Per questo – concludono De Luca e Miceli -  siamo molto soddisfatti”.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 18 giugno 2021 alle 11:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print