"L'agricoltura è tornata al centro dell'agenda politica italiana grazie al Governo Meloni. Non è normale che i nostri agricoltori e pescatori vengano pagati dall'Europa per non coltivare e siano sottoposti a rigidissime regole che nei Paesi terzi non vengono rispettate. Per questo continueremo a chiedere che negli accordi commerciali e internazionali venga posto il tema della reciprocità”. Così il ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida, in un'intervista al Resto del Carlino Modena. “Il Governo non ha toccato le agevolazioni sul gasolio agricolo, uno dei motivi che ha portato a protestare gli agricoltori tedeschi e francesi.

Abbiamo messo a disposizione del settore ingenti risorse finanziarie sostenendo l'innovazione, gli investimenti e raddoppiando i fondi del Pnrr. Abbiamo voluto dare anche una risposta alle crisi settoriali istituendo un fondo da 300 milioni di euro per le emergenze. Sul fronte fiscale siamo intervenuti per ridare agli agricoltori l'esenzione sull'Irpef che adesso sarà riservata agli agricoltori che effettivamente ne hanno bisogno. Oltre il 90% ne potrà beneficiare. Le minacce arrivano dall'Europa”.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 24 febbraio 2024 alle 09:00
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print