"L'approvazione da parte del Senato del ddl Lega per l'istituzione della figura dell'agricolture come custode dell'ambiente e del territorio è un passo importante per la tutela dei territori e stabilisce un precedente che merita di essere emulato a livello europeo. Il progetto, frutto dell'impegno della Lega, rappresenta un passo cruciale per contrastare chi pensa che l'agricoltura sia da combattere perché inquinante e riconoscere a chi lavora ogni giorno a stretto contatto con la terra il ruolo di pilastro centrale nelle nostre comunità.

Come in Italia portiamo questa visione anche al Parlamento europeo, presentando una proposta di risoluzione, di cui sono prima firmataria e che è stata sottoscritta dagli europarlamentari della Lega, per esortare l'Ue a riconoscere il ruolo essenziale degli agricoltori nella custodia del territorio e per istituire la Giornata Europea dell'Agricoltura. Il documento nasce dall'esigenza di creare un dialogo costruttivo tra agricoltori e istituzioni europee. Il nostro obiettivo è duplice: da un lato, garantire che gli agricoltori possano continuare a svolgere il loro ruolo cruciale senza oneri burocratici aggiuntivi; dall'altro, sviluppare politiche che siano equilibrate, sostenibili e che riconoscano il ruolo insostituibile degli agricoltori nel garantire la sicurezza alimentare europea, nel gestire le risorse naturali e nel tutelare il paesaggio rurale. Ci auguriamo che il nostro progetto attragga le altre forze politiche affinché come in Italia anche in Europa venga trasmesso un messaggio chiaro a chi ancora considera l'agricoltura in maniera riduttiva, o peggio, come un fattore di inquinamento. Gli agricoltori sono, invece, i primi difensori dell'ambiente, impegnati quotidianamente nella salvaguardia del suolo. È una battaglia che vede la Lega in prima linea, ma che riguarda tutti, per questo auspichiamo il massimo sostegno da parte di ogni gruppo politico alla nostra iniziativa".

Così in una nota Gianna Gancia, europarlamentare della Lega, prima firmataria della proposta di risoluzione.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 24 febbraio 2024 alle 23:45
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print