"Noi dobbiamo esigere che le case farmaceutiche rispettino quanto avevano promesso".

Lo dice il commissario Ue all'Economia, Paolo Gentiloni, ai microfoni di Radio anch'io.

"Forse qui c'è stata da parte della Commissione una sottovalutazione di quanto le promesse delle case farmaceutiche avrebbero potuto dimostrarsi non attendibili del tutto" prosegue. E sul Conte II, specifica: "A Bruxelles nessuna pregiudiziale sul governo Conte, era un governo con un orientamento europeo. Ora però l'autorevolezza di Mario Draghi può aiutare l'Italia. Se il Recovery Plan sarà attuato nel modo migliore, questo darà grande peso all'Italia" conclude.

Sezione: Politica estera / Data: Ven 26 febbraio 2021 alle 10:30
Autore: Simone Gioia
Vedi letture
Print