Negli Stati Uniti, nonostante la battaglia contro il coronavirus sia ancora più viva che mai, il presidente Donald Trump ha continuato a minimizzare, additando l’aumento dei casi come prodotto di ulteriori test, “il 99% dei quali totalmente innocui”. Affermazioni subito smentite dagli esperti di settore, come il dottor Ashish Jha, direttore dell’ Harvard Global Health Institute, al programma ‘Good Morning America’ della ABC News: “Sono affermazioni non veritiere, l’aumento dei casi è dovuto alla trasmissione del virus, non all’aumento dei test, i quali non sono affatto innocui. Il 10% delle persone finisce in ospedale, molti in terapia intensiva e, purtroppo, alcuni muoiono

I tentativi di Trump di sminuire la minaccia del COVID-19 arrivano dalle critiche alla sua amministrazione per la gestione della pandemia, poiché molti stati che ha esortato a riaprire ora vedono impennarsi il numero dei casi. Quasi la metà di tutti e 50 gli Stati ha visto un aumento delle infezioni nelle ultime settimane, con alcuni - tra cui Arizona, California e Florida - che hanno riportato record giornalieri. Sabato, durante un discorso del 4 luglio a Washington, Trump ha dichiarato che "probabilmente avremo una soluzione terapeutica e / o vaccinale molto prima della fine dell'anno".

Il commissario della Food and Drug Administration, Stephen Hahn, domenica ha rifiutato di sostenere l'affermazione di Trump - che contraddiceva le previsioni dei funzionari della sanità pubblica che un vaccino poteva essere disponibile alla fine dell'anno o all'inizio del prossimo anno, al più presto.

"Non posso prevedere quando sarà disponibile un vaccino", ha dichiarato Hahn alla ABC, aggiungendo "sì, stiamo assistendo a una velocità senza precedenti per lo sviluppo di un vaccino. Ma ... la nostra solenne promessa al popolo americano è che prenderemo una decisione sulla base dei dati e della scienza, per quanto riguarda la sicurezza e l'efficacia di quel vaccino. "

Sezione: Politica estera / Data: Lun 06 luglio 2020 alle 20:15 / Fonte: ABC News Politics
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print