“Dalla Corte di Giustizia dell’Unione europea arriva una nuova batosta per i sovranisti e i loro progetti di destrutturare l’Unione europea dal di dentro. Con una nuova sentenza, la Corte ribadisce il primato del diritto dell'Unione su quello nazionale e boccia la legge di Orban che impedisce ai giudici ungheresi di interrogare la Corte stessa. Il filtro della Corte suprema, i cui membri vengono decisi e votati dal suo partito in Parlamento, rappresenta l’ennesimo tentativo di tappare la bocca alla magistratura libera e indipendente. Bene dunque la Corte che fa chiarezza e respinge ancora una volta l’assalto dei sovranisti ai valori europei”, così Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, in una nota.

Sezione: Politica estera / Data: Mar 23 novembre 2021 alle 15:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print