“Dalla Conferenza sul Futuro dell’Europa emerge che i cittadini sono di gran lunga più ambiziosi dei politici. Le proposte arrivate durante la prima sessione dedicata ai problemi del funzionamento del mercato del lavoro sono una scossa per un’Unione europea che fatica a cambiare e ad evolversi. Il Movimento 5 Stelle sostiene le principali proposte emerse: dal reddito universale garantito valido in tutta l’Ue al diritto alla disconnessione, dalla lotta al cyberbullismo ai maggiori investimenti nel mondo dell’istruzione a tutti i livelli, compreso quello della ricerca. La Conferenza si sta rivelando una utile palestra dell’esercizio democratico, i cittadini stanno riponendo tanta fiducia nella capacità di ascolto delle Istituzioni europee e, per non tradirla, bisogna lavorare affinché molte di queste proposte arrivino sul tavolo dei leader europei. Il 2022 sarà l’anno in cui rinasce l’Europa”, così Chiara Gemma, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, in una nota.

Sezione: Politica estera / Data: Lun 20 settembre 2021 alle 18:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print