“Con le sue leggi liberticide e le sue continue provocazioni razziste, Orban mette l’Ungheria fuori dall’Europa. La legge anti Lgbtq viola almeno due articoli della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea: l’articolo 6 che sostiene che ogni individuo ha diritto alla libertà e alla sicurezza e l’articolo 21 che vieta qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle, l’origine sociale o le tendenze sessuali. La legge ungherese va ritirata subito altrimenti i leader europei dovranno essere fermi nell’isolare Orban e la sua repressione sistematica delle minoranze e delle diversità. Come ribadito ieri dal Presidente David Sassoli, il Parlamento europeo sarà fermo nel pretendere il rispetto dei valori e delle regole europee: il regolamento che blocca i fondi del Recovery Fund qualora venga violato lo stato di diritto va applicato il prima possibile”, così in una nota Tiziana Beghin, capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo.

Sezione: Politica estera / Data: Gio 24 giugno 2021 alle 18:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print