"La Russia ha invaso l'Ucraina violando in modo flagrante il diritto internazionale e, secondo questo, gli ucraini hanno il diritto di difendersi. Questo include colpire obiettivi militari legittimi in Russia," ha affermato il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, in un'intervista al quotidiano spagnolo La Vanguardia.

"Se i russi hanno totale libertà di ammassare truppe e attaccare dal loro territorio, ma gli ucraini non possono rispondere, diventa molto difficile esercitare il diritto all'autodifesa," un diritto "sancito dalla Carta delle Nazioni Unite," ha aggiunto. Stoltenberg ha inoltre sottolineato che "alcuni alleati non hanno mai imposto restrizioni, come il Regno Unito con i missili da crociera, quindi è qualcosa che sta già avvenendo." Ha concluso dicendo: "In una guerra, ogni decisione comporta rischi, ma il più grande sarebbe che Vladimir Putin prevalga."

Sezione: Politica estera / Data: Gio 30 maggio 2024 alle 10:15
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print