Le proposte e i risultati della conferenza per la pace in Ucraina programmata per il 15 e il 16 giugno “non saranno validi” per la federazione  russa. Lo ha scritto su X il vice presidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa, Dmitrij Medvedev.

“Gli Stati Uniti e i loro alleati stanno cercando di dare vita alla ‘formula di pace’ morta dello psicopatico di Kiev, che ha perso l’ultimo granello di legittimità invitando il maggior numero possibile di partecipanti a questo incontro senza senso”, ha affermato l'ex presidente russo. 

“La conferenza sull’Ucraina in Svizzera si terrà nel prossimo futuro (…) Ovviamente il suo risultato non sarà valido: i negoziati di pace non si svolgono mai con una sola parte del conflitto”, ha aggiunto il funzionario. Per Medvedev i paesi che prenderanno parte alla conferenza dimostrano chiaramente “un rifiuto di una posizione neutrale” nella guerra tra Kiev e Mosca. Pertanto, queste azioni “saranno valutate dalla Russia” e potranno influenzare  le relazioni diplomatiche future con il Cremlino. 

Sezione: Politica estera / Data: Mar 21 maggio 2024 alle 16:10
Autore: Tommaso Di Caprio
vedi letture
Print