"Non è necessario aspettare il precipitare degli eventi per riconoscere che lo scenario che si sta aprendo in #Moldavia dopo l’appello a Putin da parte della #Transnistria ricalca come una fotocopia la cronologia dell’aggressione russa all’Ucraina mascherata da intervento a protezione delle minoranze russofone. La minaccia che l’Europa deve affrontare ai suoi confini orientali rischia di travolgere la pace, il benessere e la sicurezza di tutti noi europei, e come tale va trattata.

Alle istituzioni democratiche moldave va la nostra solidarietà, che non può limitarsi però a dichiarazioni di circostanza. Ancora con più forza chiediamo la confisca degli asset russi congelati dalle sanzioni e il loro impiego a favore degli aggrediti dall’imperialismo putiniano, a cominciare dall’Ucraina". Lo scrive su X il deputato di Più Europa, Benedetto Della Vedova.

Sezione: Politica estera / Data: Mer 28 febbraio 2024 alle 22:20
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print