“L’ok in commissione Tran al dossier turismo, di cui ero relatore ombra, è un primo segnale importante. La ripresa economica passa dal turismo, abbiamo il dovere di sostenere con celerità tutte le diverse realtà che compongono questo settore strategico e i loro indotti. Il turismo è il comparto che la pandemia ha maggiormente massacrato: salvarlo significa salvare oltre il 50% delle nostre economie e una straordinaria fetta occupazionale. La mia personale battaglia politica, condivisa da Lega e gruppo Id, è stata difendere alcuni punti della relazione volti a sottolineare l’importanza della ripresa economica attraverso le piccole e medie imprese turistiche, ponendo l'accento sugli aiuti, che devono raggiungere tutti gli operatori, e sul problema non meno sentito dell’accesso al credito per le Pmi. Aspetti cruciali che riguardano l'intero indotto che attorno alle aziende: occorre garantire sostegno a tutte le categorie coinvolte nei diversi comparti danneggiati dalle restrizioni. Servirà un uso efficiente dei fondi del Next Generation Eu, con attenzione al turismo. Nel Paese serve un cambio di passo e un'equa distribuzione in tutta Italia da nord a sud delle risorse: sarà mio impegno, così come di tutta la Lega, vigilare sulle misure, affinché siano efficaci. Nel provvedimento sono state accolti alcune nostre proposte per mettere in risalto alcuni settori spesso dimenticati, come il turismo costiero e marittimo, anche in vista della prossima stagione estiva. Attendiamo ora il dossier alla prova dell'aula: l'Europa ha l’occasione di definire la sua ripartenza e la sua identità, l'Italia di invertire il trend e ripartire”.

Così in una nota Massimo Casanova, europarlamentare della Lega, componente della commissione TRAN, relatore ombra del provvedimento.

Sezione: Politica estera / Data: Sab 27 febbraio 2021 alle 13:45
Autore: Redazione PN
Vedi letture
Print